Conto energia Energia solare Energia eolica Servizi Finanziamenti Assicurazioni Contatti
 
 

Un tetto fotovoltaico per la tua casa 
Il tuo tetto, se ben orientato e con uno spazio libero da ombreggiamenti, può essere sfruttato per produrre energia elettrica dal sole, diventando così a tutti gli effetti un “tetto fotovoltaico”. Analogamente se disponi di un ampio giardino o terreno puoi decidere di destinare parte dello spazio alla posa di pannelli fotovoltaici. 

Prima di interpellare un installatore di fiducia per valutare la fattibilità tecnica di un impianto fotovoltaico, puoi fare delle prime valutazioni in modo autonomo seguendo alcune importanti avvertenze. Scopriamole insieme qui di seguito. 

Orientamento a sud dei pannelli solari fotovoltaici
Affinchè il tuo tetto possa diventare un tetto fotovoltaico vanno valutati in primis due fattori: l’orientamento del tetto e l'inclinazione della falda. E' infatti essenziale che i pannelli solari fotovoltaici siano orientati a sud (orientamento ideale) oppure a sud-est o sud-ovest, e che siano inclinati a 30-35°. 

Consiglio: l’orientamento e l’inclinazione di una superficie possono essere valutati rispettivamente mediante l’uso di una bussola (facendo attenzione ai campi elettromagnetici che possono condizionare la rilevazione) oppure semplicemente consultando la planimetria della propria abitazione dove è indicata la posizione rispetto al sud. 

Spazio libero da fonti di ombreggiamento
Per poter installare un impianto fotovoltaico, è indispensabile disporre di uno spazio adeguato, su tetto o su terreno, libero da ombreggiamenti.
> SPAZIO
Per avere un'idea di massima si tenga presente che l'ingombro di 1 kWp di moduli fotovoltaici è di circa 8 mq su tetto inclinato e 25 mq su tetto piano.
> ATTENZIONE AGLI OMBREGGIAMENTI
I pannelli solari (o moduli) fotovoltaici devono essere liberi da ombreggiamenti (camini, lucernari, alberi, palazzi vicini..). Le ombre di questi elementi proiettate sui moduli possono infatti compromettere la produzione non solo del singolo modulo ma il corretto funzionamento dell’intero impianto fotovoltaico. Tecnicamente questo fenomeno è definito “effetto palo”. 

Per questa ragione è fondamentale verificare che lo spazio disponibile sia totalmente libero da ombreggiamenti attuali o futuri (es. un albero di piccole dimensioni o attualmente piccolo ma che, crescendo, potrà costituire una fonte di ombreggiamento importante tra qualche anno).

Si consiglia il sopralluogo di un installatore competente che rileverà con opportuni strumenti lo spazio effettivamente disponibile così come lo stato della copertura del tetto e la relativa tenuta.

Consumi e bolletta elettrica
Un tetto fotovoltaico ti consente di produrre energia elettrica dal sole sfruttando lo spazio disponibile sulla copertura e utilizzando la corrente elettrica prodotta per il tuo fabbisogno energetico. Per questa ragione un'importante punto di partenza per un adeguato dimensionamento dell'impianto fotovoltaico è certamente la bolletta elettrica bimestrale, ovvero i nostri consumi elettrici. L’impianto fotovoltaico ti permette infatti di ridurre sensibilmente o addirittura azzerare la tua bolletta alleggerendo il bilancio familiare.

Il DM 19.02.1007 (Decreto che regolamenta il sistema incentivante del Conto Energia) conferma infatti l'opzione di scambio sul posto, che consente di lavorare in regime di interscambio con la rete elettrica nazionale. In pratica si può utilizzare la rete per “stoccare” l’energia elettrica fotovoltaica prodotta in eccesso (ad esempio quando splende il sole e si è fuori casa) per poi prelevarla al momento del bisogno (di notte o in caso di brutto tempo). Al termine di ciascun anno si effettua il conguaglio facendo la differenza tra le immissioni e i prelievi di energia dalla rete. L'potesi di "Scambio sul posto" è una soluzione ideale per i privati, poichè consente di ridurre sensibilmente i consumi elettrici o addirittura azzerare la bolletta.
Pannelli fotovoltaici: come fare 

I passi da seguire
Se desideri installare un impianto a pannelli fotovoltaici per la tua casa, ti consigliamo alcuni passi preliminari che ti possono aiutare nella valutazione della fattibilità tecnica ed economica del sistema, in relazione alla zona di installazione, agli spazi disponibili e, in generale, alle tue esigenze specifiche. 

1) Verifica di vincoli e autorizzazioni comunali

Se stai valutando l'opportunità di installare un impianto fotovoltaico, è importante verificare la presenza di VINCOLI E AUTORIZZAZIONI NECESSARIE, contattando l’ufficio tecnico del Comune di residenza. 

In questa fase preliminare è infatti fondamentale controllare se il tuo stabile si trova in una zona sottoposta a vincoli storici, paesistici e ambientali e quali permessi sono necessari (D.I.A. o altre autorizzazioni). 

Nel caso sia richiesta una semplice D.I.A., ovvero Denuncia di Inizio Attività, sono necessari 30 giorni trascorsi i quali, per il silenzio/assenso, si può procedere alla realizzazione dell'impianto fotovoltaico. In presenza di vincoli storici, paesistici e ambientali per una tutela delle aree di maggiore pregio paesistico le tempistiche si allungano. 
2) Simulazione dell'impianto fotovoltaico 
Nel frattempo puoi effettuare con il SIMULATORE ENERPOINT una prima valutazione della taglia d'impianto che risponde alle tue esigenze. Per un'opportuna valutazioneè importante inserire i dati sui consumi elettrici: ti consigliamo di recuperare la tua bolletta elettrica - bimestrale o annuale - e verificare lo spazio libero da ombreggiamenti disponibile su tetto o terreno. 
3) Sopralluogo
Dopo aver individuato grazie al SIMULATORE la taglia d'impianto indicativa di tuo interesse, è importante contattare un installatore Enerpoint per il SOPRALLUOGO, durante il quale si effettua una verifica adeguata degli spazi e una stima dei costi complessivi comprensivi di installazione. 
4) Gestione cantiere
L'installatore autorizzato Enerpoint lavora in team con un PROFESSIONISTA che ti aiuterà nella gestione di tutte le pratiche: DIA, richiesta di eventuali ulteriori autorizzazioni, progettazione, gestione del cantiere, pratiche per la connessione dell’impianto alla rete elettrica locale e per il Conto Energia. Il costo della sua consulenza sarà contemplato nel preventivo complessivo dell'impianto. L'installatore autorizzato utilizzerà COMPONENTISTICA DI QUALITA', in primis i pannelli fotovoltaici e l'inverter, cuore dell'impianto.

Pannelli fotovoltaici per casa - installazioni 
La maggior parte degli impianti fotovoltaici progettati e installati da Enerpoint o da nostri installatori autorizzati sono generalmente posizionati su tetto a falda (inclinato) o piatto. In casi meno frequenti i pannelli fotovoltaici vengono posati in giardino oppure in elementi strutturali dell’edificio (pensiline, frangisole, ecc.). 

Pannelli fotovoltaici su tetto inclinato
Uno dei casi più frequenti di installazione è sicuramente il tetto a falda o inclinato. 
In questo caso si sfrutta la superficie del tetto a tegole libera da ombreggiamenti (antenne TV, parabole, camini, lucernari) per catturare l’energia del sole e, grazie ai pannelli solari fotovoltaici, trasformarla in energia elettrica utile per la propria abitazione. 

I moduli o pannelli solari fotovoltaici possono essere integrati nel tetto in sostituzione delle tegole (in questo caso si rientra in uno dei casi delle integrazioni totali che beneficiano della tariffa del Conto Energia più elevata). In alternativa i moduli possono essere posizionati sopra le tegole. In questa casa si parla di installazione di tipo “retrofit”, che rientra nella categoria di impianti parzialmente integrati a cui corrisponde una tariffa del Conto Energia intermedia.

Moduli fotovoltaici su tetto piano
Tra le soluzioni installative, particolarmente ricorrente è il posizionamento dei moduli fotovoltaici su tetto piano con l'ausilio di apposite strutture inclinate a 30° e orientate perfettamente a sud. In questo caso si utilizzano infatti speciali strutture in acciaio zincato a caldo o inox che rialzano i pannelli dalla superficie del tetto. Il fissaggio è opportunamente garantito da tasselli oppure da zavorre. In alternativa alle strutture in acciaio zincato si possono utilizzare le vasche ConSole, studiate appositamente per installazioni su terreno o tetto piatto. 

Pannelli fotovoltaici in giardino
Nel caso si disponga di ampi spazi si può prendere in considerazione anche l'installazione dei pannelli solari fotovoltaici su terreno o in giardino.

Analogamente al tetto piano o piatto, i moduli vanno rialzati con apposite strutture o vasche e zavorrati al terreno.
In alternativa è possibile utilizzare strutture particolari come il girasole solare.
Tecnicamente il Girasole Solare è costituito da un insieme di pannelli fotovoltaici montati su un'elegante struttura che, grazie ad un motore, segue la posizione del sole in modo da offrire sempre il massimo impatto alla superficie delle celle. Questa struttura deve essere posta in uno spazio aperto ove il percorso luminoso possa essere sfruttato nella migliore delle condizioni. Spesso tale spazio è rappresentato dal giardino di casa e, quindi, s'è voluto dare all'impianto un'estetica che gli consentisse un buon impatto con l'ambiente circostante. 

Altre soluzioni: pensiline, frangisole, girasoli, ecc.

Esistono infine altre soluzioni d'impianto che prevedono la sostituzione dei materiali di rivestimento di tetti, coperture, facciate di edifici e fabbricati con moduli fotovoltaici aventi la medesima inclinazione e funzionalità architettonica della superficie rivestita. 

Alcuni esempi sono le pensiline, le pergole, le tettoie, i frangisole, le balaustre e parapetti, in cui i pannelli fotovoltaici sostituiscano gli elementi di rivestimento e copertura.

Il Conto Energia prevede delle differenti tariffe di incentivazione in funzione del grado di integrazione dell'impianto fotovoltaico nella struttura dell'edificio. Scopri qui le tariffe incentivanti. Il tuo impianto fotovoltaico collegato alla rete



Omniplus energia fotovoltaica: conto energia 2012






 Change website

© 2009 Omniplus energia fotovoltaica. All Rights Reserved. Created by www.omnilink.it